I deputati ticinesi a Berna e le sfide della nuova legislatura
"L'accordo con l'Ue
farà ancora discutere"
CLEMENTE MAZZETTA


"Inevitabilmente non potrà che essere la questione europea a dominare la prossima legislatura parlamentare", osserva Fabio Abate, consigliere agli Stati.  Ma lui non sarà più della partita. Dopo due legislature nel Consiglio degli Stati (in precedenza, a partire dal 2000 era subentrato a Gabriele Gendotti in Consiglio Nazionale) non si ripresenta. "Se la passata legislatura è stata caratterizzata  dalla riforma fiscale e dal finanziamento all’Avs, per la prossima saranno fondamentali le decisioni in merito ai nostri rapporti con l’Ue, ed eventualmente l’accordo quadro", dice il senatore plrt.
Sul tavolo della politica federale è infatti ancora aperto il cosiddetto "accordo quadro istituzionale" che prevede il principio della collaborazione dinamica (un adeguamento normativo quasi automatico) per i rapporti fra la Svizzera e l’Unione Europa. La questione è vista come il fumo negli occhi dal leghista Lorenzo Quadri: "Sulla base di questo tema principe si dovrà decidere il futuro della Confederazione - dice -. Se accetteremo l’accordo quadro istituzionale, la Svizzera come la conosciamo oggi cesserà di esistere, perché di fatto diventeremo una colonia dell’Unione europea". Altri temi caratterizzanti il prossimo futuro politico, per Quadri, saranno ancora la questione Avs e casse malati: "Perché è ormai consapevolezza generale che il sistema dei premi attuali faccia acqua da tutte le parti".
Consapevolezza ben presente a sinistra. "Assieme al tema dei nostri rapporti con l’Unione europea, bisognerà dare una risposta al problema dei costi sanitari, dei premi di cassa malati ormai insostenibili per molte famiglie, come pure a quello della previdenza, che assume un’importanza crescente visto l’invecchiamento delle popolazione, senza dimenticare il tema ambientale", dice Marina Carobbio, Ps, attuale presidente del Consiglio nazionale, che si candida anche per gli Stati. "Per quanto riguarda il rapporto con l’Europa  bisognerà vedere cosa cambierà con  la nuova presidente della Commissione europea - aggiunge Carobbio –. Molto dipenderà anche dal tipo di maggioranza che si concretizzerà con le prossime elezioni. Spero che, all’insegna della parità dei sessi, siano elette più donne, un tema che ho fatto mio in questo anno presidenziale. Ma soprattutto che sulla questioni climatica cresca la presa di coscienza che occorre intervenire con urgenza".
c.m.
11.08.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Budget
europeo,
l’Europa
spaccata

Afghanistan,
forse
una tregua

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00