function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Le sette maggiori economie contro l'elusione fiscale
Immagini articolo
Il G7 si accorda per tassare
le aziende del "Big Tech"
R.C.


Accordo "storico per una tassa minima per grandi imprese". Il G7, le sette maggiori economie del mondo,  hanno raggiunto ieri, sabato, a Londra, un accordo che le impegna a introdurre, Paese per Paese, una tassazione minima globale di almeno il 15% sulle grandi imprese.  
Lo ha reso noto, al termine dell’incontro che si è prolungato per due giorni, il 4 e il 5 giugno, il ministro delle Finanze del Regno Unito, Rishi Sunak. "È un accordo storico: sono orgoglioso che il G7 abbia dimostrato una leadership collettiva in questo momento cruciale della nostra ripresa economica globale", ha detto. Sunak ha poi specificato che l’intesa prevede una aliquota minima di "almeno il 15%" in ogni Paese, con riferimento alle mega imprese con margini superiori al 10%. "È una stretta sull’elusione fiscale - ha detto - che farà pagare le giuste quote" alle multinazionali del Big Tech". I colossi digitali. "I ministri delle Finanze del G7 hanno preso, con  questo accordo , un "impegno senza precedenti che metterà fine alla corsa al ribasso nella tassazione aziendale, assicurando equità per i lavoratori negli Stati Uniti e in tutto il mondo", ha poi dichiarato la segretaria al Tesoro Usa, Janet Yellen. "Oggi a Londra - ha aggiunto il commissario dell’Unione europea, Paolo Gentiloni - abbiamo compiuto un grande passo verso un accordo globale senza precedenti sulla riforma della tassazione delle imprese".  
L’obiettivo è quello di un accordo globale da estendere ai membri del G20 e a tutti i paesi dell’Ocse già entro il prossimo mese di luglio.
05.06.2021


LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Cina un Paese-partito
frenato dai suoi leader
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
"Le navi delle ong
attirano i barconi"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La tranquilla città
del killer fantasma
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
I movimenti verdi europei
colorano la sbiadita politica
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
La protesta dei giovani
dalla piazza vada nelle urne
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

50 anni fa
moriva
Jim Morrison

Tigre:
allarme Onu
sulla carestia

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00