function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Nel mondo la pandemia Covid-19 non si arresta la corsa
Immagini articolo
Oltre 12,5 milioni di infetti
e più di 560mila decessi
R.C.


Non si ferma l’epidemia di Covid-19. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, che segnala un aumento record di casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, la situazione è allarmante.  Nel mondo il totale dei contagi ha ormai superato i 12,5 milioni, mentre sono oltre 560mila i morti complessivi dovuti alla pandemia. Finora sono guarite 6.879.813 persone.
I dati pubblicati dalla Johns Hopkins University tornano così a preoccupare in particolare negli Stati Uniti, dove  sono stati registrati 63.643 nuovi casi nelle ultime 24 ore, con diversi nuovi focolai. Gli Usa, che sono in testa quanto a contagi (3,1 milioni di casi e 134mila morti) sono seguiti dal Brasile (1,8 milioni e 70mila morti). Terzo posto per l’India (820mila e 22mila morti), che nel giro di pochi giorni ha visto un vertiginoso aumento di nuovi positivi, superando la Russia (719mila e 11mila morti). Triste la situazione in Gran Bretagna, che con un numero di 288mila infetti, registra un indice di letalità elevatissimo che supera i 44mila morti. In Svizzera, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati un centinaio di casi (108), si è saliti a 33mila contagi, per un totale di 1.686 decessi dall’inizio della pandemia. Il Pakistan ha registrato 2.752 nuovi casi di coronavirus e ulteriori 65 decessi legati alla malattia. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 246mila e quello dei morti a quota 5.123.
Preoccupazione anche in Italia,  citata dal direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, fra gli esempi "virtuosi" nella battaglia contro Covid-19 assieme  a Spagna e Corea del Sud: nonostante il rallentamento della curva (188 casi e 7 gli ultimi decessi), l’indice di trasmissibilità (Rt) è salito oltre il fatidico valore di 1 in tredici regioni. Non si arrestano le proteste in Serbia, malgrado i ripetuti appelli delle autorità serbe a evitare assembramenti e manifestazioni in questa fase di forte ripresa dei contagi.
Anche ieri, sabato, nel tardo pomeriggio alcune migliaia di dimostranti antigovernativi sono tornati a radunarsi a Belgrado per contestare l’operato delle autorità nell’emergenza sanitaria. Negli Stati Uniti nonostante l’aumento di casi in Florida (188 morti in 24 ore, oltre 10mila contagi ogni giorno), il parco divertimenti Disney ha riaperto i battenti. La via libera è stata ottenuta grazie alla presentazione di un piano di sicurezza che prevede la misurazione della febbre all’entrata, l’obbligo della mascherina e il rispetto delle distanze.
11.07.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Scomparsa la manodopera
aziende ora nei guai
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
"Le navi delle ong
attirano i barconi"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il sogno americano tradito
dei "boat people" cubani
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
I movimenti verdi europei
colorano la sbiadita politica
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
La protesta dei giovani
dalla piazza vada nelle urne
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Francia:
la paura
del fascismo

Washington
torna a ballare
senza
le restrizioni Covid

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00