Le sfide ambientali di enti pubblici e privati cittadini
Immagini articolo
L'acquasporca scorre
anche in pianura
ANDREA BERTAGNI


Sappiamo che ci sono situazioni problematiche e non ideali dappertutto". Raffaele Domeniconi responsabile ticinese dell’associazione svizzera dei professionisti della protezione delle acque, commenta così lo stato di salute degli impianti pubblici e privati di trattamento e depurazione delle acque reflue nella Svizzera italiana. "Nel 98% dei casi direi che l’infrastruttura è molto buona - riprende Domeniconi - dove non è invece possibile allacciarsi alle fognature, si ricorre a piccoli depuratori e trattamenti adeguati".
È il caso, ad esempio, delle capanne alpine. Che a volte, come dimostrato dal Caffé prelevando tre campioni-test a valle delle fosse biologiche dei rifugi Cristallina, Campo Tencia e Pairolo, presentano dei problemi di smaltimento delle acque di scarico. E devono correre ai ripari.
Allo stesso modo attente, perché non sono allacciate alla rete fognaria, devono stare però anche le abitazioni private della sponda destra del piano di Magadino, tra la ferrovia e il versante di Gudo. Che devono ricorrere a "soluzioni fai da te". In generale quasi tutti i vecchi stabili hanno fosse biologiche con pozzi perdenti. La sponda destra, secondo il Piano direttore cantonale, è quella che presenta la più alta presenza di abitazioni residenziali (80%, la sinistra il 30%). "La legge sulla protezione delle acque impone modifiche e interventi di miglioria al sistema di trattamento delle acque luride solo in presenza di una domanda di costruzione - precisa Domeniconi - quando però non c’è una procedura per l’ottenimento di una licenza edilizia non c’è alcuna base legale per garantire e promuovere iniziative o progetti in grado di migliorare una situazione non ottimale dal punto di vista ambientale".
Un problema non nuovo. Già venti anni fa, elaborando il catasto delle canalizzazioni, il Cantone parlava a livello generale di impianti privati di smaltimento delle acque non sempre conformi. "Costruzioni non ancora allacciate alle canalizzazioni esistenti, o allacciate in modo non corretto - si spiegava - non costituiscono un’eccezione in molti Comuni". Ecco perché, sempre negli ultimi 20 anni sul piano di Magadino molte costruzioni sono state "aggiornate" con tecniche di depurazione nuove. Una di queste si chiama "fitodepurazione" ed elimina le sostanze inquinanti in modo naturale. Il nuovo Istituto agronomico Agroscope di Cadenazzo inaugurato quattro anni fa utilizza proprio questo sistema.
Il rispetto della natura è anche un obbligo per gli enti pubblici. Non a caso dal 1974 al 31 dicembre 2018 sono stati stanziati dal Cantone crediti di sussidio a favore dei Comuni per la realizzazione di opere comunali di smaltimento delle acque per un totale di 344.9 milioni, corrispondenti a un volume d’investimento di un miliardo e duemila franchi. Proprio in questi giorni a Lugano è scoppiata anche una piccola bagarre elettorale tra Karin Valenzano Rossi e Michele Foletti, perché nei prossimi dieci anni la Città dovrà prelevare ai cittadini contributi di miglioria per opere di canalizzazione per un totale di oltre 117 milioni.
Tra chi ha avuto problemi con il proprio impianto e nel frattempo lo ha appena risolto è Brione Verzasca. Fino a poco tempo fa quando pioveva le acque di scarico non inquinate, chiamate acque chiare, si riversavano nella struttura e facevano esondare all’esterno le acque reflue. "Prima in effetti non era un bello spettacolo - dice il sindaco Fabrizio Bacciarini -. Oggi però abbiamo una struttura d’avanguardia per la valle. Abbiamo dovuto attendere una decina d’anni perché doveva diventare definitivo il Piano regolatore e il Piano generale di smaltimento delle acque".
abertagni@caffe.ch
(5 fine - Le precedenti puntate sono state pubblicate domenica 22 dicembre, 19, 26 gennaio e 2 febbraio)
09.02.2020


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi



IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Budget
europeo,
l’Europa
spaccata

Afghanistan,
forse
una tregua

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00