Altri articoli
di 0
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Gli ospedali diventano
cliniche specializzate
L'INCHIESTA

Il successo di Airbnb
infastidisce gli hotel
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Nuovi caccia finanziati
con la colletta sul web
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Geografia della rabbia
contro la globalizzazione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Ladri e spacciatori
cambiano il Califfato
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori
06.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Aggiornati i dati su consumo e produzione di energia in Ticino consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2018
29.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2018
28.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 10 dicembre 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

NUMERI di Loretta Napoleoni
Immagini articolo
Commercio e turismo
vittime dei gilet gialli
Loretta Napoleoni


Secondo il ministro delle finanze francese il costo della rivolta dei gilet gialli sarà alto, toglierà circa lo 0,1 per cento al Pil dell’ultimo trimestre del 2018. Ad avvallare queste previsioni c’è la Banca di Francia che ha tagliato le proiezioni di crescita per l’ultimo trimestre dell’anno di ben 0,2 punti percentuali.
Commercio e turismo sono le vittime principali della protesta. All’inizio di dicembre la federazione dei commercianti stimava che il costo della chiusura dei negozi durante le manifestazioni si aggirava intorno al miliardo di euro. Non dimentichiamo che le sei settimane antecedenti a Natale sono quelle di grassa per i commercianti. Come se non bastasse, l’attentato al mercatino di Natale di Strasburgo, dove tre persone hanno perso la vita, è stato un ulteriore duro colpo da digerire per il commercio ed il turismo. A farne le spese sono in primis i piccoli commercianti ed alberghi, che stanno perdendo dal 40 al 60 per cento delle entrare.
Ma anche i grandi negozi ed alberghi sono vittime della protesta popolare dei gilet gialli. Dati provenienti dai negozi delle griffe nei Campi Elisi, ad esempio, confermano che le richieste di rimborso dell’Iva da parte dei clienti extracomunitari sono scese del 20-30 per cento, segno che il turismo è calato considerevolmente. Ed infatti, l’associazione alberghiera riporta una grossa flessione e l’aumento delle cancellazioni delle prenotazioni degli alberghi, a Parigi soltanto ce ne sono state già 45mila. A queste perdite vanno aggiunti altri costi, alcuni difficili da stimare come quelli relativi ai saccheggi dei negozi. In quello della Dior lungo di Campi Elisi a fine novembre sono stati fatti danni per 1 milione di euro. Secondo le stime del governo il costo totale della rivolto sarà intorno ai 10 miliardi di euro. Questa previsione include i 6 miliardi di euro delle nuove misure annunciate da Macron relative alle pensioni ed al minimo salariale ed una perdita di gettito fiscale di 3,9 miliardi di euro a causa dell’abolizione della nuova tassa sul diesel.
Naturalmente tutto ciò significa che Macron non potrà contenere il deficit di bilancio entro il 2,8 per cento del Pil, come promesso all’inizio dell’anno all’Unione Europea. Anzi con buona probabilità gli riuscirà difficile mantenerlo sotto il 3 per cento, limite imposto alle nazioni che fanno parte di Eurolandia. In fondo sarà lui a pagare il conto più salato della rivolta dei gilet gialli, la sua popolarità è scesa ai minimi storici, secondo i sondaggi meno del 25 per cento della popolazione approva le sue politiche.
16-12-2018 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

USA:
il segretario
all'interno
lascia

Cairo:
Scoperta
nuova tomba
della V dinastia