Altri articoli
di 0
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

La privacy è morta
evviva la privacy
L'INCHIESTA

Gli affiti il business
delle Ferrovie federali
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

E il dentista incassa
i soldi dei contribuenti
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il gioco a scacchi
tra Trump e Kim
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il dopo Chavez
che avvelena Caracas
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.02.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2019
19.02.2019
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da martedì 19 febbraio 2019 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
06.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 18 febbraio prossimo
01.02.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 1° febbraio 2019 alle ore 9:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
30.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2018
29.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole medie superiori per il periodo 2019-2023
28.01.2019
I giovani e le aziende interessate a partecipare al programma di scambio Swiss Mobility sono invitati a porre candidatura entro il 15.3.2019
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

AUTO di Stefano Pescia
Immagini articolo
Una Première Edition
per la Alpine A110
Stefano Pescia


Apine, un nome che per molti emoziona e stimola i ricordi. Provare la nuova Alpine A110, rinata dopo vent’anni come Première Edition in 1950 esemplari, è la testimonianza di una filosofia di un marchio che ancora una volta regala il piacere di guidare.
Ad affascinare è certamente lo stile di questa due porte lunga 4 metri e 18, facilmente accessibile anche a persone piuttosto robuste, si caratterizza per il telaio e la carrozzeria in alluminio che le permettono di beneficiare di un peso di soli 1.205 chili. La capacità di carico della Alpine A110 è discreta: 100 litri nel vano anteriore (sopra il serbatoio della benzina) e altrettanti in quello dietro il motore, al termine della coda.
Il propulsore centrale 1.8 litri  turbobenzina da 252 cavalli si avvia premendo un grande tasto rosso. Una biposto, con tre modalità di guida selezionabili (normale, sport e pista) e dai sedili che si modellano con comodità al corpo di conducente e passeggero, rendono la Alpine A110 apprezzata anche nel traffico cittadino.
Prestazioni, agilità e maneggevolezza si esprimono con sportività grazie anche al cambio robotizzato a doppia frizione a sette rapporti, alla distribuzione dei pesi sulle ruote dietro (il 56%) e alle ruote posteriori nettamente più larghe (255 mm) di quelle anteriori (205 mm). A garantire la tenuta di strada è la capacità della A110 di comunicare ogni manovra in largo anticipo al conducente, attraverso uno sterzo molto preciso. Il modello, nato in collaborazione con Renault, eredita dalla casa francese la tecnologia che distingue il suo equipaggiamento che comprende un climatizzatore automatico, radar per la retromarcia e sistema di infotainement con schermo tattile da sette pollici. Con lo stesso si possono pure gestire in particolare la navigazione e l’impianto audio.
La nuova Alpine A110, dal prezzo equilibrato, regala la sensazione di trovarsi a bordo di una piccola e appassionante supercar e offre anche una garanzia di fabbrica di 3 anni o 100mila chilometri, estendibile a quattro o cinque anni.
17-02-2019 01:00

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ultimo
assalto
all'Isis
in Siria

Francia:
gilet gialli,
atto
numero 14