function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Altri articoli
di 0
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il successo di Tik Tok?
Fa tendenza in tutti i campi
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
"Le navi delle ong
attirano i barconi"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'ideologia tramonta
e le spie battono cassa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Fra Israele e palestinesi
è una guerra senza fine
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Una Greta, tante Grete
per difendere l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni
INCONTRI di Rosselina Salemi
Immagini articolo
"Da sempre sono incantata
da castelli e principi"
Rosselina Salemi


Eva Grippa, quarantuno anni, giornalista e royal watcher, vive a Milano in una casa british idealmente affacciata sui giardini di Buckingham Palace, ha un marito mezzo londinese e due bambini rassegnati a condividere la mamma con i principini George, Charlotte, Louis e Archie. Il suo instagram @royalbaby.it ha oltre diecimila follower. In Elisabetta e le altre (DeAgostini) apre agli interessati la porta del palazzo reale. Rivela la personalità della regina attraverso dieci donne che hanno lasciato il segno: Marion, la tata infedele, Elizabeth, la Queen Mum, la sorella Margaret, la divorziata Wallis Simpson, la figlia Anna, la tormentata Lady Diana, l’irriverente Sarah, duchessa di York, la scandalosa Camilla, la paziente Kate e l’uragano Meghan.
"Elisabetta ha una voce calda e una risata fragorosa, gesticola come noi italiani, infila i guanti di gomma per lavare i piatti, governa una famiglia non sempre unita - racconta - ed è grandiosa, sempre uguale a se stessa, mentre tutto cambia". Usa una borsetta per comunicare, una mano finta per salutare. Ama le Highlands, i completi dai colori accesi con cappellini abbinati. "Ha dato il nome al Balmoral Lipstick - riprende Grippa -, il rossetto che mette una volta l’anno per l’apertura del Parlamento dal 1953. Parla con le spille. Per l’arrivo di Donald e Melania Tump sceglie l’American Leaf Brooch, gioiello vintage avuto in dono da Barack e Michelle Obama nel 2011 (chiaro, no?). Per il famoso discorso del 2020 "Torneremo ad abbracciarci", in piena pandemia, ha appuntato sull’abito verde, omaggio al camice dei medici,  una broche con una grossa turchese, pietra beneaugurante (e calmante).
Ma come nasce una royal watcher fuori dal Regno Unito? Chissà. "Avevo questa passione da bambina. Principi, principesse, castelli, soprattutto. Ero incantata dall’idea che dentro ci vivesse qualcuno. Ho letto tutto, avidamente. Crescendo, ho sempre mantenuto un legame forte con Londra. Mio marito, avvocato, quando non eravamo ancora sposati, ci viveva. Vado abitualmente (adesso meno, per colpa del virus, ma non vedo l’ora di tornare a viaggiare) cinque-sei volte l’anno per coltivare la mia ossessione (ognuno ha le sue). Compro libri rari che conservo sotto plastica perché la carta si disintegra. Tutta la famiglia è coinvolta.
A ogni compleanno la famiglia Grippa manda biglietti di auguri ai principini. "I miei figli sono iscritti in prima e terza elementare, e nella loro classe duchi e duchesse sono argomenti di conversazione. Li ho sentiti parlare di Harry e Meghan con gli amichetti: sapevano tutto della loro storia. Ma anche insospettabili finanzieri sono affascinati dai reali inglesi, e vi sorprenderebbe scoprire quanti". Piace l’aspetto glam, la loro distanza dalla quotidianità, tra riti, parate e carrozze, la dimensione del sogno. "Sono all’opposto delle monarchie scandinave - spiega Grippa -. Avvicinandosi alle persone comuni, principi e re del nord Europa sono diventati come loro. Hanno perso la polvere di stelle. Invece Elisabetta, 95 anni e quasi settanta sul trono è un po’ la ‘nostra’ regina, anche se siamo indiscutibilmente repubblicani".
Una royal watcher è in grado di fare previsioni: "Sua Maestà non andrà in pensione, anche se per la prima volta, ai funerali del principe Filippo l’abbiamo vista sola, spaesata, fragile". Progetti di vita? "Al mio primogenito dico che voglio iscriverlo a Eton, la scuola dei re e dei premier, per fargli conoscere la principessina Charlotte (non hanno fatto così i genitori di Kate Middleton? È andata bene, mi pare), ma non ha intenzione di stare al gioco". Magari cambierà idea.
15-05-2021 21:30


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Gaza,
Israle bombarda
il palazzo
dei giornalisti

Due tornado
colpiscono
la Cina

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00